Categories:
Email:
User Name:
 Iscriviti   

Gustolandia consiglia:

associazione

 
Scacciadiavoli – Montefalco Perugia

Scacciadiavoli – Montefalco Perugia

Autore: Gusto landia/lunedì 4 novembre 2013/Categorie: Territori , Umbria, Produttori

Rate this article:
5.0

Un po’ di storia della maison Scacciadiavoli. Fondata nel 1884, Scacciadiavoli prese il nome da un esorcista del luogo che utilizzava il vino per i suoi rituali. La tenuta di Scacciadiavoli è il risultato del sogno del Principe Ugo Boncompagni-Ludovisi di Piombino. Fu ideata come “stabilimento” del vino: un complesso enologico imponente per l’epoca!

Attualmente appartiene della famiglia Pambuffetti. La dimensione aziendale è di Ha 130 di superficie di cui Ha 35 (circa ) impiantati a vigneto. Le piante occupano vari versanti della collina nei comuni Montefalco, Gualdo Cattaneo e Giano dell’Umbria, e i vini prodotti sono quelli tipici della denominazione “Montefalco”. Anche se la cantina non ha mai smesso di produrre vino, nel 2000 sono stati realizzati imponenti lavori di ristrutturazione, senza modificare la struttura originale, anzi preservando e conservando tutti gli antichi elementi strutturali e architettonici, e introducendo nuove tecnologie ed attrezzature moderne.

La cantina è appoggiata alla collina, con una struttura verticale su quattro livelli, di cui uno sotterraneo. La ricezione delle uve avviene al livello più alto (quota vigneto); si trasferisce poi l’uva al livello inferiore per gravità dove avviene la fermentazione. Al secondo piano vi sono i serbatoi in acciaio inox e in legno per la vinificazione. Al piano terra si trovano tonneaux e botti grandi di legno per l’affinamento del Montefalco Rosso, e nel sotterraneo c’è il parco barriques per l’affinamento del Montefalco Sagrantino Secco e Passito.

Certo che in un ambiente così singolare, dove la storia si mescola sapientemente con Madre Natura, il vino deve possedere per forza un quid in più. Anzi, molto probabilmente carpisce ciò che di peculiare offrono clima e territorio per poi esprimersi in qualità. E in ogni caso, oltre a qualsiasi legittima impressione, ecco un Sagrantino foriero di fragranze e di note sorprendenti. Il Vino Montefalco Rosso DOC è di nobile trama e guisa.

Un bel rosso rubino cupo senza riflessi in evidenza, bouquet complesso, elegante con reminescenze di spezie e frutta matura. In bocca è totale è dopo un iniziale “tentennamento” conquista ogni papilla gustativa del fortunato palato. Si percepisce, quasi come cadeau finale, un tocco lieve di tannino che stuzzica non poco. Anche dopo il necessario ripasso il nettare si conferma tale. L’abbinamento con codesta ambrosia esalta il momento conviviale: superbo con le carni griliate, con gli arrosti lardellati, e persino con l’agnello al salto deliziato di odori ed erbette bucoliche. Degustazioni di questo tenore regalano soddisfazione e rendono il vino non solo una mera “bevanda” bensì austero elemento amabasciatore di simbologie e cultura. Uno scorcio di vita tanto per essere chiari e diretti. Prosit con il Sagrantino Scacciadiavoli.

 

S.B.

Print

Numero di visite (8984)/Commenti (0)

Tags:
Gusto landia

Gusto landia

Altri posts di Gusto landia

Please login or register to post comments.

Copyright 2019 by Assoc. SapereSapori Project- cf 91015210205 Termini Di Utilizzo Privacy