La DOC compie 50 anni

La DOC compie 50 anni

Autore: Maddalena/martedì 15 gennaio 2013/Categorie: Valorizzazione dei patrimoni eno-gastronomici

Rate this article:
5.0
Nell’appuntare in agenda un prossimo impegno che focalizza l’attenzione sul tema, il convegno LA VALORIZZAZIONE DEL SETTORE ALIMENTARE, la memoria ritorna ad un altro incontro, dal titolo QUI È NATA LA DOC, che si è svolto esattamente un anno fa, il 19 novembre 2011, a Casale Monferrato.

La “dicitura” DOC, che è un termine tecnico, giuridico e commerciale, specificamente enologico, si usa anche come una parola che, luogo comune nei discorsi quotidiani, afferma e sottolinea il valore intrinseco di una cosa qualsiasi, la sua essenza inconfutabilmente autentica, genuina e di buona qualità… come un vino “di origine controllata”. 

La “denominazione” ha una data di nascita, registrata all’anagrafe del lessico giuridico il 15 luglio 1963, e nel 2013 celebra il suo cinquantesimo compleanno. Un anniversario importante, che nell’anno a venire merita alta considerazione, anche spumeggianti festeggiamenti.

Esperti, protagonisti e testimoni degli eventi che hanno tracciato e segnato l’esistenza della “Denominazione di Origine Controllata”, sono stati riuniti dal COMITATO PROMOTORE PER IL CINQUANTENARIO DELLA DOC fin dal 2011. Il primo incontro si è tenuto nell’Aula Magna dell’Istituto Superiore “Leardi” di Casale Monferrato, nella regia organizzato insieme al Circolo Culturale "Ottavi", che ha sede nello stesso antico palazzo storico della cittadina. Doppiamente ospite, a fare e ricevere gli onori di casa, era il coordinatore del Comitato Promotore, Andrea Desana, che ha ricordato alcune tappe fondamentali della storia legislativa della dicitura, ricostruita nell’operato del proprio padre, Paolo Desana, nel 1982 fondatore del Circolo “Ottavi” e al cui impegno si devono la stesura e l’approvazione del decreto che ha istituito e regolamenta la DOC:

« La dizione “Denominazione di Origine Controllata” riferita all'insieme di norme che regolano i vini di qualità italiani, in cinquant'anni si è trasformata in un vero e proprio aggettivo qualificativo, che nel lessico comune va a contrassegnare una persona, un oggetto, un luogo, un settore come assicurazione di stile, classe e alta qualità. Non poteva quindi avere un successo maggiore la legge che ha istituito la DOC, la "storica" n° 930 del 15 luglio 1963, di cui fu relatore al Senato della Repubblica e primo firmatario Paolo Desana, che riuscì a farla approvare al termine della propria legislatura con l'elezione nel collegio Casale Monferrato - Chivasso nel 1958.

Possiamo sostenere che la DOC è nata a Casale Monferrato e vive nelle attività del Circolo Culturale "Ottavi” fondato da Paolo Desana. Il quale, per riuscire a tradurre in legge dello Stato nel 1963 (con 28 anni di ritardo dai francesi!) la proposta di legge di tutela dei "Vini Tipici" e la normativa delle “Denominazioni di Origine Geografiche”, attinse a quello da lui definito "impegno parlamentare monferrino". Il Monferrato infatti è quella zona che nell'Ottocento, con 170.000 ettari di vigneto, era il circondario più viticolo del Regno e le proposte sulla tutela dei vini di qualità vennero presentate dai suoi rappresentanti al Parlamento a partire dal 1888 (Bertana, Mensio, Morini). A cui seguirono le iniziative del 1914 (Edoardo Ottavi) e del 1919 (Arturo Marescalchi), decreti mai convertiti in legge nel 1924 e 1930, una legge del 1937 non correlata né da regolamento né da norme di attuazione e di finanziamento ed un disegno di legge del 1953 dell'allora Ministro Salomone.

Dal 1960, sino al successo del 1963, Paolo Desana si prodigò nella tessitura di rapporti tra i vari gruppi parlamentari ed i singoli rappresentanti delle varie aree viticole italiane. In particolare i rappresentanti delle aree al centro ed al sud della penisola, contrari a questo tipo di normativa perché convinti, come poi non è avvenuto, che trattandosi della tutela della qualità attraverso l'origine, le produzioni vitivinicole delle loro zone avrebbero avuto conseguenti problemi e penalizzazioni».

 *Il logo DOC50 e l’invito per il convegno QUI È NATA LA DOC sono stati realizzati dagli studenti del corso di grafica del prof. Andrea Agliotti all’Istituto Superiore “Leardi” di Casale Monferrato

 info www.doc50.it

progetto.doc50@gmail.com

autore Maddalena Brunasti


Print

Numero di visite (3601)/Commenti (0)

Tags:
Maddalena

Maddalena

Altri posts di Maddalena

Please login or register to post comments.

Copyright 2018 by Assoc. SapereSapori Project- cf 91015210205 Termini Di Utilizzo Privacy