Categories:
Email:
User Name:
 Iscriviti   

Gustolandia consiglia:

associazione

 
Due brand in un unico calice!

Due brand in un unico calice!

Autore: M.Carillo/mercoledì 3 ottobre 2018/Categorie: Territori , Campania

Rate this article:
5.0
Un gruppo di giornalisti esperti in enogastronomia ha partecipato alla pigiatura dell’uva a piedi nudi nel Podere don Giovanni nel caratteristico borgo medievale di Sipicciano del comune di Galluccio nell’incontaminato parco naturale, alla Foce del fiume Garigliano e alle pendici del vulcano spento di Roccamonfina in provincia di Caserta.

    Lo schiacciamento dell’uva nelle tinozze, dove tuttora si pratica nelle cantine familiari per piccole quantità, è stata l’occasione per presentare il sodalizio tra il Podere Don Giovanni, ospitante l’evento con il Galluccio Dop e le Cantine Mediterranee con i vini Falanghina, Aglianico e Lacryma Christi.

   Luigi Farina di Spaghetti Italiani.com, promotore del progetto “Due brand in un unico calice!” ha coordinato gli interventi del sindaco di Galluccio, Francesco Lepore di Giovanni Severino titolare e Salvatore Martino agronomo del Podere don Giovanni e Vincenzo Napolitano di Cantine Mediterranee, produttore dal 1946 di vini Dop, Igp, Docg e prodotti tipici locali.

    Nel saluto di benvenuto agli ospiti, il sindaco Lepore ha messo in evidenza gli sforzi del Comune per la valorizzazione del territorio con la presenza di produzioni vitivinicole e l’eccellente gastronomia del Paese. Puntiamo – ha detto - sull’accoglienza in una riserva incontaminata con querce, castagni, orchidee rare, uccelli nidificatori e sorgenti di acque minerali”.

   L’agronomo Martino ha detto: “Il Podere don Giovanni nasce nel 2008, quasi dal nulla, dalla volontà del dr. Giovanni Severino. Oggi siamo arrivati ad una superficie di circa 10 ettari fra uliveti e vigneti. La produzione di vino si basa sull’Aglianico e sulla Falanghina, secondo il disciplinare del Galluccio Doc. Le olive rispettano le caratteristiche del territorio vulcanico. Da qualche anno si produce olio biologico e da quest’anno anche il vino sarà bio”.

   Giovanni Severino, a sua volta ha detto: “Dopo dieci anni di produzione pensavo di chiudere l’azienda. L’incontro con Vincenzo Napolitano mi ha fatto tornare su i miei passi e con questo incontro, si sono aperte nuove prospettive che mi rendono fiducioso”.

    La partnership – ha dichiarato Vincenzo Napolitano – si riassume in una sola parola: rete. E’ l’unico mezzo che può aiutare le piccole e medie aziende ad arrivare a dei mercati che da sole non potrebbero raggiungere. Facciamo parte della rete Mercati Italiani che ha l’obiettivo di proporre agli imprenditori un vasto paniere di prodotti, agevolandolo anche nella logistica. Le nostre produzioni con un unico brand - ha continuato Napolitano – sono complementari, quella di Cantine Mediterranee è prettamente vesuviana, beneventana e vini certificati “Kosher” mentre quella di Podere don Giovanni è casertana con vigneti autoctoni del Galluccio Dop. Con la fusione dei due marchi, ottocentomila bottiglie l’anno, parteciperemo a manifestazioni europee e mondiali per rafforzare la nostra presenza che ci vede già presenti in Cina, Taiwan, Nord Europa, Stati Uniti, Africa e da poco anche in India.

    Dopo la conferenza, gli intervenuti sono stati invitati sulla terrazza del Podere da dove si può ammirare il golfo di Gaeta e in lontananza l’Abbazia di Montecassino, per gustare il buffet preparato dallo chef Antonio Arfè, della Gastronomia Arfè e del giovane e promettente chef Vincenzo Patricelli con i prodotti di alcune aziende partecipanti alla Rete Mercati Italiani accompagnati dai vini Spuma66 Rosato; Galluccio bianco Dop Falanghina; Galluccio Rosso Dop Aglianico; Donna Rita Riserva Aglianico barrique; Giulia. I saluti del padrone di casa con spumante falanghina extra dry, dolci Cuore di sfogliatelle e Intenso caffè.

M.Carillo

Print

Numero di visite (227)/Commenti (0)

Tags:
Gusto landia

M.Carillo

Altri posts di M.Carillo

Please login or register to post comments.

Copyright 2018 by Assoc. SapereSapori Project- cf 91015210205 Termini Di Utilizzo Privacy